Martedì 23 gennaio alle ore 10.00 di fronte all'ingresso di Villa Ada, sede di Informest, verrà posta, da parte dell’Associazione Amici di Israele, la stolpersteine (pietra d'inciampo) in memoria di Elda Michelstaedter Morpurgo in occasione del Giorno della memoria. Sarà presente l'artista ideatore del progetto Gunter Demnig, che poserà personalmente la stolpersteine alla presenza del Sindaco Rodolfo Ziberna, dell'Assessore alla Cultura Fabrizio Oreti, della Comunità ebraica e delle classi delI'I.S.I.S.S. "D'Annunzio", che presenteranno il lavoro "IO SONO ELDA … E QUESTA È LA MIA CASA".

 

Le imprese culturali e creative hanno finalmente ottenuto un riconoscimento in legge. Non solo: il Parlamento italiano alla fine dello scorso anno ha deciso di destinare a questo genere di imprese un credito d’imposta pari al 30 per cento dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi. Il credito d’imposta è previsto “nel limite di spesa di 500.000 euro per l’anno 2018 e di 1 milione di euro annui per ciascuno degli anni 2019 e 2020 fino a esaurimento delle  risorse  disponibili”.

 

Il giorno 6 febbraio 2018,alle ore 9.30, presso l' Auditorium 'A. Comelli' - Palazzo della Regione, Via Sabbadini 31, Udine, si terrà l’incontro informativo di presentazione dell’Avviso approvato con deliberazione della Giunta Regionale n° 2492 del 14 dicembre 2017 concernente la "concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo", relativi alla Linea di intervento 2.1.b.1 nell’ambito della Programmazione comunitaria FESR 2014-2020. Iscrizioni.

 

La Commissione Europea ha incluso il progetto CRE:HUB, co-finanziato dal programma Interreg Europe fra le iniziative di rilievo per l'Anno Europeo del patrimonio culturale 2018 il cui slogan recita “il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”.

Lo scopo dell’Anno Europeo è sensibilizzare le persone nei confronti del ricco e diversificato patrimonio culturale europeo e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio europeo comune e, nel contempo, si concentra sulle sfide che il patrimonio culturale deve affrontare.

 

Regione urbana di Lubiana – Slovenia. Il Centro di competenza per la gestione del design (KCDM) è stato istituito nel 2013 nell'ambito del programma operativo per lo sviluppo delle risorse umane 2007-2013 ed è stato cofinanziato dal Fondo sociale europeo. Nasce come un progetto pilota di Gigodesign, un'agenzia composta da 19 aziende – fra cui società di design, società di consulenza e aziende che sviluppano nuovi prodotti e servizi, con l'obiettivo di migliorarne le conoscenze e i processi di cooperazione, migliorare il posizionamento delle aziende sul mercato ed aumentare il valore dei loro marchi. 

 

Disponibile il nuovo portale web del programma Interreg interreg.eu dove è possibile  trovare tutte le informazioni inerenti a call e progetti. Interreg è uno degli strumenti chiave dell'Unione europea a supporto della cooperazione transfrontaliera, utilizzato per affrontare le sfide comuni e trovare soluzioni condivise in settori come la salute, l'ambiente, la ricerca, l'istruzione, i trasporti, l'energia sostenibile e altro ancora.

Interreg è uno dei due obiettivi della politica di coesione dell'UE 2014-2020 ed è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). Ha un budget di 10,1 miliardi di euro investito nei vari programmi di cooperazione: Transfrontaliero (60 programmi), Transnazionale (15 programmi), Interregionale (4 programmi); inoltre contribuisce con circa 1 miliardo di euro ai programmi di cooperazione alle frontiere esterne dell'UE sostenuti dallo strumento di assistenza preadesione (IPA) e dallo strumento europeo di vicinato (ENI).

 

Si terrà mercoledì 20 e giovedì 21 dicembre ad Alzira (Spagna) il IV Steering Committee meeting del progetto SISMA, di cui Informest è Lead partner. Il progetto, teso a sviluppare schemi finanziari innovativi che sostengano gli investimenti delle pubbliche amministrazioni per le riconfigurazioni energetiche degli edifici pubblici, coinvolge otto partner di cinque paesi dell’Area MED e uno dalla Bosnia-Herzegovina. In questo quarto appuntamento i partner di SISMA, ospiti del Consorzio della Ribera, importante attore della Comunità Valenciana nel settore delle energie rinnovabili, metteranno a punto la versione definitiva del modello “SET - Subsidy Evaluation Tool”, uno strumento che facilita la valutazione del ritorno economico dell’investimento pubblico per opere di efficientamento energetico. In particolare, il modello permette di calcolare l’ammontare minimo di intervento pubblico necessario a rendere finanziabile l’opera. Questo strumento, un modello finanziario semplificato, non richiede, per la sua compilazione, uno specifico expertise su temi energetici, anzi, esso può venir usato facilmente dai funzionari della Pubblica Amministrazione dopo una formazione sostanzialmente veloce. Questa attività – che si svolgerà in tutte le otto regioni partner - è prevista per i primi mesi del 2018 e si concluderà con eventi nazionali di presentazione del modello “SET - Subsidy Evaluation Tool” nella tarda primavera.

 

Informest 2020 - al servizio del territorio

Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Photo gallery

[ Il Presidente di Informest Claudio Cressati incontra i dipendenti ]

Aree di intervento

Enti fondatori

Informest Social