Il prossimo 21 giugno si terrà a Nova Gorica (Slovenia) la conferenza del Progetto SISMA finanziato dal Programma INTERREG MED: istituzioni, banche ed ESCO si confronteranno e discuteranno su come rendere bancabili progetti di ristrutturazione energetica degli edifici pubblici.


Dopo 24 mesi di cooperazione tra otto partner di sei nazioni dell’area mediterranea (Spagna, Francia, Italia, Slovenia, Bosnia Herzegovina e Grecia), il progetto SISMA volge al termine. 
I risultati del progetto saranno presentati, anche in diretta streaming sul canale facebook @sismaproject, durante la conferenza finale organizzata dall’Agenzia locale per l’Energia GOLEA in collaborazione con Informest ed APE FVG.

Durante la conferenza si discuterà su quali siano le opportunità e le sfide per la ristrutturazione globale degli edifici pubblici e di come sia possibile realizzare degli investimenti energetici bancabili. 

Si parlerà inoltre del SISMA Set Model, uno strumento innovativo a disposizione delle amministrazioni pubbliche per la valutazione economico-finanziaria delle misure di risparmio energetico e la determinazione del sussidio pubblico minimo richiesto affinché un investimento di efficientamento energetico venga ritenuto bancabile dal mercato.

“Ancora una volta viene confermato il ruolo strategico di Informest a supporto delle amministrazioni locali del Friuli Venezia Giulia: grazie ai fondi europei attratti con il progetto SISMA, da oggi le nostre amministrazioni hanno uno strumento in più per programmare il territorio ed investire con efficienza e sostenibilità” ha dichiarato il Presidente di Informest, Claudio Cressati.

SISMA, partito a novembre 2016, dopo una prima fase di "indagine", ha identificato ed analizzato alcune best practices europee per mettere a punto il SET Model: un modello-calcolatore composto da un file Excel® e da una serie di linee guida per la sua compilazione, che può aiutare e sostenere le autorità pubbliche ad utilizzare al meglio le risorse disponibili per le ristrutturazioni capitali degli edifici.

Inserendo nel calcolatore “SET MODEL” alcuni dati dell’edificio, come anno di costruzione, consumi termici ed elettrici e le tipologie di investimento proposte, vi è la possibilità di ricevere informazioni istantanee sull'importo minimo di sussidio pubblico necessario ad attivare schemi finanziari di investimento come il Contratto di prestazione energetica (EPC).

Il risultato positivo è duplice: se da un lato le amministrazioni riescono a pianificare meglio le ristrutturazioni energetiche rispettando i vincoli di bilancio, dall’altro viene rispettata la Direttiva 2013/31/UE sul rendimento energetico degli edifici pubblici, che punta a favorire basse emissioni di CO2.



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori