Il Centro OCSE di Trento, su iniziativa NextPA e assieme a AICCRE FVG, ANCI FVG ed Informest, organizzano la seconda edizione della Summer School. Pensata come esperienza residenziale, l'iniziativa è  incentrata sulle tematiche dello sviluppo locale e dell'europrogettazione.

La Summer School per amministratori locali, infatti, è stata concepita proprio come una preziosa occasione per ragionare in modo specifico sull'innovativa funzione di promozione del proprio sviluppo territoriale che i Comuni esercitano in forma aggregata, considerando i piani di sviluppo territoriali e le relative “Intese per lo sviluppo” condivise con l’Amministrazione regionale.

 

Il progetto europeo SISMA finanziato dal Programma Interreg Med che vede Informest capofila e APE FVG - Agenzia per l’Energia del Friuli Venezia Giulia - partner tecnico si avvia dopo 2 anni di attività alla sua conclusione. Il prossimo 21 giugno si terrà a Nova Gorica (Slovenia) la conferenza finale internazionale.
L’evento offrirà una preziosa opportunità di confronto tra significative esperienze di diversi paesi europei nell’ambito della riqualificazione energetica degli edifici pubblici. 

 

La settima visita studio del Progetto CRE:HUB finanziato dal programma Interreg Europe si terrà a Lisbona, nelle giornate del 3 e 4 luglio 2018.

La Giunta Regionale della Basilicata, l'ADR Centru Romania, il KDRIÜ (Közép-dunántúli Regionális Innovációs Ügynökség), l’Università Latvijas, il Centro di cultura del Governo di Navarra e l'Agenzia per lo sviluppo regionale Regionalni Center Kreativne Ekonomije, assieme ai loro stakeholders, visiteranno il museo MAAT (Museo di arte, architettura e tecnologia) e l’hub creativo LX Factory, per scoprire le migliori pratiche nell'ambito delle imprese culturali e creative e di gestione del patrimonio culturale.

 

 

Il Friuli Venezia Giulia, capofila del progetto Chimera finanziato dal Programma Interreg MED, con il supporto tecnico di Informest, parteciperà  al “Creative sector international networking event” a Terrassa, Spagna, domani 13 giugno.

L’evento, organizzato dalla Cambra de Comerç de Terrassa (Camera di Commercio di Terrassa), in Catalogna, partner del progetto, vedrà la partecipazione di una cinquantina di imprese europee del settore culturale e creativo, provenienti da Portogallo, Spagna, Francia, Italia e Slovenia che si incontreranno in speed meeting ed incontri bilaterali per vagliare potenziali future collaborazioni in ambito mediterraneo.

  

 

Martedì 5 giugno si svolgerà a Sebenico (Croazia) il secondo meeting di coordinamento di BLUE KEP, progetto finanziato dal programma Interreg Italia-Croazia, di cui Informest è Lead Partner. 

Con l'occasione verrà presentato l'esito delle selezioni degli istituti tecnici e professionali del settore dei trasporti, logistica e della nautica da accreditare per lo svolgimento della mobilità degli studenti italiani e croati, da svolgersi durante il prossimo anno scolastico 2018/2019.

 

INFORMEST e APE FVG organizzano una serie di incontri durante i quali verrà data l’opportunità di scoprire innovativi ed efficaci strumenti per il monitoraggio dei consumi e per gli investimenti relativi alla riqualificazione di edifici pubblici.

Perché partecipare?
• per conoscere degli strumenti innovativi che facilitano il monitoraggio dei consumi e il processo di riqualificazione energetica
degli edifici pubblici

 

Tutto pronto per la presentazione del “SET – Subsidy Evaluation Tool” del progetto SISMA – Energy retrofit in Public Buildings finanziato dall’Interreg MED Programme, coordinato da Informest.

Il SET Tool è uno uno strumento ad uso dei Comuni per la valutazione energetica ed economico-finanziaria degli ECM (misure di risparmio energetico), applicabile unicamente agli edifici pubblici e che permette di calcolare l’ammontare minimo di intervento pubblico necessario a rendere l’opera finanziabile.

 

Nove esperti del settore pesca provenienti dalle regioni libiche di Tripoli, Sirte, Bengasi e Tobruk stanno seguendo da mercoledi 2 maggio un corso di formazione sul sistema europeo della pesca nell'ambito del progetto PATH.DEV – Pilot Action in Fishery Sector for Libya Economic Development”, finanziato dal Ministero dell’Interno, che vede Informest impegnato in qualità di braccio operativa della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

La formazione partita da Marano Lagunare per poi fermarsi a Trieste è tenuta dai principali soggetti regionali competenti per la regolamentazione e il controllo di questo settore: Servizio Veterinario Regionale, Servizio Regionale Caccia e Pesca, Direzione Marittima di Trieste - Guardia Costiera, OGS-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, associazioni di categoria di pescatori e acquacoltori del Friuli Venezia Giulia.

 

 

È in corso in Israele, nell’ambito del progetto “L’apprendimento permanente in ambito formale e non formale: lo sviluppo delle soft skills”, una missione istituzionale guidata dalla Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università della Regione Friuli Venezia Giulia, con la partecipazione di Informest in qualità di braccio operativo.

La delegazione, composta da funzionari della Direzione formazione e istruzione e del Servizio relazioni internazionali della Regione, dall’Università delle LiberEtà, dallo IAL, dall’Agenzia nazionale Erasmus+ e da EPALE (la Piattaforma elettronica per l’apprendimento degli adulti in Europa), è supportata dal Presidente di Informest prof. Claudio Cressati e dal Direttore dell’Agenzia, dott.ssa Sandra Sodini.

Il fitto calendario di visite isituzionali ha preso avvio il 22 aprile da Tel Aviv, dove la delegazione ha incontrato la Federazione delle autorità locali di Israele per discutere di “Lifelong Learning – apprendimento continuo” e parità di genere in società multiculturali. Presso il Centro multidisciplinare della città di Modi’in è seguita la presentazione di progetti locali per l’integrazione e lo sviluppo dell’imprenditorialità. Sempre a Modi’in si è discusso di formazione permanente e promozione di modelli per l’impiego anche tramite la costituzione di partnership funzionali alla resilienza e allo sviluppo economico delle città.

 

 

Il 27 e 28 marzo si sono svolti tra Alba Iulia e Sibiu il Coordination and Steering Group Meeting e la Sesta Study Visit con Bar Camp del progetto CRE:HUB. La Study Visit ha permesso ai partner ed agli stakeholder invitati di conoscere ed apprezzare il sistema culturale e creativo Alba Iulia-Sibiu come polo di sviluppo della Regione rumena Centru. Uno dei suoi punti di forza è rappresentato dalla capacità di uso ottimale dei Fondi Europei per la rivitalizzazione dei centri urbani e singoli edifici storici che, come nel caso di MUSEIKON, diventano spazi espositivo-museali e, come nel caso della Fortezza Vauban, diventano aree di insediamento di comunità creative (Carolina Creative Quarter). Un altro punto di forte interesse è il ruolo dell’IT come fattore di leverage per il sistema culturale e creativo regionale, anche in questo caso all’interno di un sistema calibrato di interventi ed iniziative. 

 

Si è tenuto lo scorso 5 aprile il secondo incontro tra partner del progetto CaRe, finanziato dal programma Interreg V Italia-Austria e volto all'identificazione di un modello comune di Case & Care management per la gestione dei servizi socio-assistenziali a favore degli anziani, con particolare focus sui malati di Alzheimer.

Ospitati dal partner IPAB Vicenza, istituzione pubblica di assistenza per persone non autosufficienti, i partner hanno definito i criteri minimi per la mappatura dei servizi socio assistenziali esistenti, necessari per poter procedere all'identificazione dei fabbisogni comuni e alla definizione di un modello di best practice per la costruzione del profilo di Case&Care manager. Questa figura, abbastanza nuova nel profilo italiano, corrisponde ad un profilo professionale qualificato in grado di prendersi cura globalmente della persona e di gestire e coordinare i servizi socio-assistenziali, rivolti alle famiglie, che rappresentano il soggetto cardine dell'assistenza alle persone colpite da demenza.

 

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande a valere sul bando POR FESR Azione 2.2 che finanzia gli interventi di sostegno delle attività produttive nell’Area di crisi diffusa dell’ Isontino. Il termine per presentare domanda è il 12 aprile 2018.

Martedì 20 marzo 2018 alle ore 16.30 presso la Sala riunioni di Confindustria Venezia Giulia, via degli Arcadi 7a Gorizia si terrà un incontro di dedicato alla presentazione di questa opportunità.

In considerazione della capienza della sala, l’iscrizione è obbligatoria e deve essere effettuata dal sito www.regione.fvg.it. Il Programma è disponibile in allegato.

Alla  pagina http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/economia-imprese/industria/FOGLIA11/FOGLIA4/ sono reperibili ulteriori informazioni.

 

 

Il progetto ChIMERA è giunto al suo quarto appuntamento di incontro tra partner. Il prossimo 20 marzo, infatti, sarà la Camera di Commercio di Terrassa, in Catalogna, ad ospitare lo Steering Commitee, cui seguirà il 21 e 22 marzo il cluster manager training dedicato ai futuri manager dei nascenti cluster di imprese culturali e creative.

Il training, che si svolgerà in modalità “workshop”, intende sviluppare e rafforzare le competenze dei manager che gestiranno i cluster dedicati alle imprese culturali e creative nei settori specifici già individuati da ciascuna regione partner. I formatori metteranno a disposizione dei partecipanti conoscenze, competenze ed esperienze sviluppate sul campo e nella quotidianità da soggetti distrettuali simili e già avviati in Catalogna. Nelle due giornate di training saranno affrontati anche i temi del marketing digitale, il networking e la promozione internazionale, oltre agli strumenti utili alla redazione di una prima bozza di business plan.

 

Il prossimo 18 e 19 aprile si terrà a Roma, all'Auditorium del Massimo, una due giorni dedicata ai progetti INTERREG MED. 
L'evento MADE in MED presenterà i primi risultati di oltre 90 progetti. La due giorni sarà l'occasione per trasmettere l'idea e i valori del co-working, della condivisione delle conoscenze e dell'innovazione, ma anche per guardare al futuro della cooperazione nel Mediterraneo.

 

Si svolgerà l’8 marzo a Trieste il primo incontro di partenariato e di avvio del Progetto BLUE KEP – “BLUE Knowledge Exchange Program and integration of education systems in the cross-border area” finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Interreg Italia – Croazia nell’ambito del primo bando “STANDARD+” di capitalizzazione di progetti della passata programmazione 2007-2013

BLUE KEP che vede Informest capofila coinvolge i seguenti partner: Euroregione Adriatico-Ionica (AIE) (CRO), Regione Marche, Contea Istriana (CRO), Agenzia di Sviluppo della Contea di Sebenico-Knin (CRO) e Agenzia per il Coordinamento e lo Sviluppo della Contea Spalato-Dalmatina (CRO).

 
E' in corso la due giorni di avvio del progetto PATH DEV che vede Informest alla guida della visita di una delegazione di alti rappresentanti libici a Trieste. PATH DEV è finanziato dal Ministero dell'interno ed attuato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con Informest braccio operativo.

A Trieste sono giunti ieri il Sindaco di Benghasi - Abdurahman M. Elabbar con il consigliere diplomatico - Faraj Najem e il Sindaco di Tripoli - Abdlrauf Beitelmall: un occasione importante durante la quale i due principali decisori politici libici hanno potuto condividere con gli attori chiave del territorio regionale riflessioni sulla situazione attuale del paese e sui possibili sviluppi futuri.

 

Il giorno 6 febbraio 2018,alle ore 9.30, presso l' Auditorium 'A. Comelli' - Palazzo della Regione, Via Sabbadini 31, Udine, si terrà l’incontro informativo di presentazione dell’Avviso approvato con deliberazione della Giunta Regionale n° 2492 del 14 dicembre 2017 concernente la "concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo", relativi alla Linea di intervento 2.1.b.1 nell’ambito della Programmazione comunitaria FESR 2014-2020. Iscrizioni.

 

Si terrà mercoledì 20 e giovedì 21 dicembre ad Alzira (Spagna) il IV Steering Committee meeting del progetto SISMA, di cui Informest è Lead partner. Il progetto, teso a sviluppare schemi finanziari innovativi che sostengano gli investimenti delle pubbliche amministrazioni per le riconfigurazioni energetiche degli edifici pubblici, coinvolge otto partner di cinque paesi dell’Area MED e uno dalla Bosnia-Herzegovina. In questo quarto appuntamento i partner di SISMA, ospiti del Consorzio della Ribera, importante attore della Comunità Valenciana nel settore delle energie rinnovabili, metteranno a punto la versione definitiva del modello “SET - Subsidy Evaluation Tool”, uno strumento che facilita la valutazione del ritorno economico dell’investimento pubblico per opere di efficientamento energetico. In particolare, il modello permette di calcolare l’ammontare minimo di intervento pubblico necessario a rendere finanziabile l’opera. Questo strumento, un modello finanziario semplificato, non richiede, per la sua compilazione, uno specifico expertise su temi energetici, anzi, esso può venir usato facilmente dai funzionari della Pubblica Amministrazione dopo una formazione sostanzialmente veloce. Questa attività – che si svolgerà in tutte le otto regioni partner - è prevista per i primi mesi del 2018 e si concluderà con eventi nazionali di presentazione del modello “SET - Subsidy Evaluation Tool” nella tarda primavera.

 

Il 24 novembre presso l’Università degli studi di Trieste si è tenuto l’evento “Verso la Conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale: sfide e opportunità”, organizzato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’ateneo e INFORMEST.

Il convegno, incentrato sul sistema della cooperazione internazionale, ha analizzato sfide e opportunità del settore,  in vista della  Conferenza regionale sulla Cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale prevista per il 2018. In attesa di tale appuntamento, la Regione ha avviato processi di dialogo sui temi prioritari quali la divulgazione delle esperienze interculturali, l’innovazione e il fattore migratorio come motore di sviluppo.

L’evento ha ospitato diverse personalità di rilievo nell’ambito della Diplomazia, della comunicazione, della ricerca e della cooperazione decentrata, che hanno affrontato la tematica, particolarmente vasta e complessa, sotto diversi aspetti e presentando la loro esperienza lavorativa nel settore.

 

Il 27 e 28 Novembre presso l’Università Parthenope di Napoli si terrà il secondo evento di capitalizzazione organizzato dal progetto orizzontale "InnoBlueGowth (IBG)". 
L’evento “Innovazione per lo sviluppo delle energie marine nel Mediterraneo” verterà sulle energie blu, e sarà focalizzato su due dei progetti modulari sull'energia blu: MAESTRALE e PELAGOS. 
Saranno presentati i primi risultati raggiunti dopo un anno dall'avvio del progetto, e supportato lo scambio di buone pratiche e sinergie oltre che tra progetti anche con gli stakeholder ed esperti del settore. 

 

Si terrà il 24 novembre a partire dalle 8:45 presso l'Università degli Studi di Trieste l'evento: "Verso la conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale: sfide e opportunità".

L’obiettivo dell’evento è fare il punto sul sistema della cooperazione internazionale come primo passo del percorso che porterà nel 2018 alla conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale.

Coinvolgendo i giovani e la pubblica opinione in una riflessione sulle nuove sfide che gli attori della cooperazione territoriale si trovano a dover affrontare, si parte verso un cammino di innovazione sia dell’approccio generale che degli strumenti operativi di fronte alle grandi questioni strutturali inserite nell’Agenda 2030 e alle opportunità offerte dai fenomeni migratori, facendo conoscere come si lavora nel complesso mondo della cooperazione decentrata.

 

 

Il prossimo incontro dei partner del progetto CRE: HUB avrà luogo il 14 e 15 novembre a Pamplona organizzato dal dipartimento Cultura, Sport e Gioventù del governo di Navarra. Il mattino del primo giorno si terrà una riunione fra i partner per discutere sui risultati raggiunti, le attività in corso e gli impegni futuri del progetto CRE: HUB.

 

Si svolgerà a Padova il 15 novembre l’Infoday nazionale del Programma Interreg CENTRAL EUROPE.

L’Infoday, organizzato dal Punto di Contatto Nazionale in collaborazione con il Segretariato Congiunto di Programma, farà seguito all’evento transnazionale per gli applicant svoltosi a Praga il 7 e 8 novembre e sarà strutturato in una sessione mattutina dedicata alla presentazione del terzo bando seguita da un approfondimento pomeridiano sui singoli Obiettivi Specifici aperti al finanziamento.

 


Informest a fianco del Ministero dell'Interno nella  conferenza ministeriale conclusiva del progetto IPA 2013 Balcani Occidentali dedicato al contrasto alla criminalità organizzata, realizzato grazie al finanziamento diretto della Commissione Europea, con l'Italia come capofila.
Alla conferenza partecipano, come confermato dal prefetto di Trieste Annapaola Porzio, «tutti i ministri» degli Interni dei Paesi balcanici ancora fuori dall’Ue, Serbia, Montenegro, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Bosnia-Erzegovina, Albania e Kosovo. I paesi sono anche le aree di attività del progetto triennale finalizzato alla cooperazione di polizia giudiziaria nella lotta alla criminalità organizzata.

 

Nell’ambito del progetto ChIMERA-Finanziato dal Programma InterregMED, di cui la Direzione centrale cultura, sport e solidarietà è lead partner, con il supporto di Informest, il prossimo 4 e 5 ottobre si terranno a Ljubljiana una Conferenza Internazionale e un Investment Forum sul tema dei finanziamenti per le imprese culturali e creative (CCI) ai quali parteciperanno rinomati esperti del settore.

Il Forum rappresenta un’importante vetrina per avviare partnership e attività di cooperazione in ambito europeo. Si tratta di un momento di confronto tra diverse esperienze professionali nell’ambito del settore culturale e creativo per offrire la possibilità ai partecipanti di venire a contatto con esempi di buone pratiche che possono fornire elementi utili per replicare il loro successo nel settore di riferimento.

 

Si terrà a Nizza il 4 e 5 ottobre prossimi il Congresso Annuale “Scegliere una via per l’efficientamento energetico negli edifici pubblici nell’area mediterranea: indicazioni su politiche e pratiche”, organizzato dal network progettuale MEDNICE, progetto orizzontale finanziato dal Programma Mediterraneo e finalizzato alla creazione di una rete di amministrazioni ed enti pubblici dei paesi dell’area mediterranea attivi in campo energetico, per la condivisione di risultati ed obiettivi di efficientamento energetico. Alla comunità tematica di MEDNICE appartiene anche SISMA, un progetto teso a sviluppare schemi finanziari innovativi che sostengano gli investimenti delle pubbliche amministrazioni per le riconfigurazioni energetiche degli edifici pubblici, nel quale Informest opera come capofila, con la collaborazione di APE FVG – l’Agenzia Per l’Energia del Friuli Venezia Giulia – come partner tecnico, insieme altri sei attori tecnici di Spagna, Francia, Slovenia, Italia, Bosnia e Grecia. 

 

Il prossimo incontro dei partner del progetto CRE: HUB, organizzato dall'Università della Lettonia, si svolgerà  il 5 e il 6 settembre 2017 a Cesis, Sigulda e Riga.

La prima parte della prima giornata di visita è dedicata alla città anseatica medievale di Cesis, una delle città più antiche della Lettonia ricca di patrimonio culturale e storico e riconosciuta come una delle città creative nel paese. I partner e gli stakeholder avranno l'occasione di visitare il complesso del castello di Cesis, la sala concerti Vidzeme, il centro di cultura e creatività (CCI) e lo spazio di co-working CCI Skola6.

 

Il convegno “Governance integrata e sviluppo locale-Un nuovo ruolo degli Enti Locali nella pianificazione e programmazione strategica per lo sviluppo locale” è un’iniziativa del Piano formativo nextPA - cambiamenti in corso, del Centro di Competenza per la Pubblica Amministrazione del Friuli V.G. (ComPA fvg) ed è promosso dall’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE), Federazione Regionale del Friuli V.G. - Udine, dall’ As-sociazione Nazionale Comuni Italiani del Friuli V.G. (A.N.C.I. Friuli V.G.), dal Centro OCSE LEED di Trento per lo Sviluppo Locale e da Informest.

Registrazioni entro il 6 settembre Centro di Competenza per la Pubblica Amministrazione ComPA fvg (tel. 0432 229152 – info@compa.fvg.it). Partecipazione gratuita.

 

Si terrà a Dubrovnik giovedì 27 luglio la conferenza finale del progetto Agribusiness volto a rafforzare lo sviluppo rurale dell’area transfrontaliera tra la regione di Ragusa (Dubrovnik) e l’Erzegovina.

Capofila del progetto Agribusiness è la città di Dubrovnik, l’associazione Kinookus di Dubrovnik, la Facoltà di Agricoltura dell’Università di Zagabria, la Facoltà di Agricoltura e Scienze Alimentari dell’Università di Sarajevo, la municipalità di Ravno (BiH) e Oxfam Italia che ha chiesto il supporto di INFORMEST per le attività previste dal progetto nell’area trans-frontaliera.

 

Il 5-7 luglio prossimi si svolgeranno in Svezia la 2 ? e la 3 ? Field Visit, nonchè il 3° Steering Committee del Progetto MAESTRALE. In dettaglio, il 5 luglio a Göteborg si terrà la visita presso l’azienda Minesto, developer di tecnologie energetiche marine che sviluppa Deep Green, una tecnologia innovativa per la produzione di elettricità dalle correnti marine. Successivamente, si terrà la visita presso Wave4Power che sviluppa il sistema WaveEL (energia da moto ondoso). Il 6 luglio si svolgerà l a 3 ? Field Visit presso il laboratorio per lo sviluppo dell’energia marina Lovén Centre Kristineberg con la presentazione del sito-laboratorio di Skagerrak, del progetto SeaFarm (biomasse marine) e dell’azienda SeaTwirl (eolico offshore galleggiante). Infine il 7 luglio si terrà il 3° Steering Committee nel corso del quale verranno affrontati gli aspetti amministrativi e tecnici del Progetto MAESTRALE.

 

Il 20 e 21 giugno la Direzione cultura ospiterà, nell’ambito del progetto europeo CRE:HUB, una visita di un team di esperti provenienti dalle regioni di Lubiana e Lisbona. Obiettivo della visita è lo scambio di esperienze in tema di servizi a supporto delle start-up culturali e creative, in favore dell’azione di incubazione di imprese culturali e creative inserita nel POR FESR FVG 2014-2020.

L’attività di peer review condotta dagli esperti sarà utile per individuare, fra quelle proposte nell’ambito della roadmap, le azioni da includere nel piano di azione regionale, output finale del progetto CRE:HUB.  

 

Il progetto Europeo AlpSib promuove lo sviluppo di competenze per lo sviluppo di nuovi strumenti finanziari “Pay by results” ovvero obbligazioni di privati che finanziano servizi di interesse generale. Assieme a 14 partner nello Spazio Alpino, si vuole coinvolgere attivamente soggetti pubblici e privati interessati alla costruzione di partenariati volti a promuovere obbligazioni di impatto sociale (Social Impact Bond, SIB), che impiegano capitali privati per finanziare attività generando benefici sociali ed un valore economico per le casse pubbliche.
L’incontro è organizzato in collaborazione con Federsanità ANCI del FVG, e alla tavola rotonda saranno presentate esperienze regionali, nazionali e del Regno Unito da Social Finance, Human Foundation, Federsanità ANCI FVG.

 

Venerdì 19 maggio 2017 alle 14 inizia il seminario online sul tema “Come progettare l'edificio del futuro”, organizzato da CORTEXA, il Consorzio italiano per la cultura del sistema a cappotto. Il seminario sarà l’occasione per presentare al pubblico il progetto “SISMA “Supporting Innovative Schemes in the MED Area”, finanziato dal programma Interreg Mediterraneo, in cui INFORMEST partecipa in qualità di Lead partner. Il webinair illustrerà sia le attività del progetto che un caso studio della Regione Toscana per discutere insieme delle linee guida per un’edilizia sempre più efficiente e performante dal punto di vista energetico.

Per seguire il seminario, basta iscriversi al seguente link: http://www.cortexa.it/it/formazione/corsi-online/webinar-talk-show-19-maggio.html

 

Il 17 maggio 2017 si svolgerà ad Alicante, Spagna,  l’evento “WE are MED. Going beyond thematic communities” , volto a rafforzare la comunità dei progetti modulari e orizzontali del programma INTERREG MED .

Il punto centrale dell’evento è quello di evidenziare la conoscenza intrinseca delle 8 comunità tematiche dei progetti approvati dopo il primo invito a presentare progetti nel 2016, al fine di permettere loro di acquisire maggior livello di autoconsapevolezza e centralità delle metodologie e obiettivi attraverso la condivisione di esperienze tra di loro.

 

Il prossimo incontro dei partner del progetto CRE: HUB avrà luogo il 3 e 4 maggio 2017 a Trieste, organizzato dalla Direzione centrale cultura, sport e solidarietà  della Regione Friuli Venezia Giulia con il supporto di Informest. La prima giornata sarà dedicata al coordinamento delle attività future e allo sviluppo del progetto, in seguito i partner e le parti interessate inizieranno una visita di studio per scoprire l'importante lavoro della FVG Film Commission.

 

Il 6 e 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, in Villa Celimontana, l’evento lancio della Blue Growth community nel Mediterraneo. Organizzato nell’ambito del progetto orizzontale InnoBlueGrowth e finanziato dal Programma INTERREG Med, mira a costituire una community sui temi della Crescita Blu nel Mediterraneo. In questa prima fase i temi rilevanti per la community sono:  Blue energy, Maritime surveillance, Yachting business model. All’incontro parteciperanno anche i partner dei progetti modulari che fanno parte della Community Building dedicata al Blue Growth: i partner dei progetti iBlue, MAESTRALE, PELAGOS, PROteuS assieme alle parti interessate, si incontreranno per discutere, scambiare idee e lavorare insieme per progettare un futuro migliore per il Mediterraneo.

 

Dal 4 al 6 aprile 2017 si terrà a Roma il primo transnational meeting del progetto MAESTRALE coordinato dall'Università di Siena, dove INFORMEST parteciperà in qualità di partner. Il progetto, co-finanziato dal programma Interreg MED,  ha l’obiettivo di porre le basi per una strategia di sviluppo dell’energia marina nell’area mediterranea, preservandone il valore ambientale e culturale.

Durante la riunione si discuterà delle modalità di monitoraggio dei progressi in termini di risultati, di questioni finanziarie e della strategia comunicativa. Ogni partner è invitato a introdurre l’attuale quadro normativo del proprio paese per quanto riguarda lo sviluppo dell’Energia Blu e a presentare 5 casi studio selezionati.

 

Il workshop si inserisce all’interno del progetto “Renew School”, finanziato dal Programma Europeo per l’Energia Intelligente, che mira a promuovere la ristrutturazione e l’efficientamento energetico di edifici scolastici mediante l’utilizzo di un sistema di involucro esterno costituito da elementi modulari prefabbricati in legno.

L’obiettivo del workshop è quello di fornire a professionisti e tecnici idee e soluzioni innovative per l’utilizzo di tale sistema di involucro durante i processi di ristrutturazione di edifici, soprattutto pubblici, con spunti anche su elementi normativi, strutturali e di calcolo energetico.

Il workshop è gratuito. Per iscriversi: https://goo.gl/forms/nshZNu1aVFSY0ky62

Lunedì 27 febbraio, ore 9.00,  Fondazione Cassa di Risparmio, Via Carducci 2, Gorizia

 

Il prossimo incontro dei partner del progetto CRE:HUB si terrà nelle giornate dell’1 e 2 febbraio 2017 a Lubiana, al centro della regione urbana di Lubiana in cui sono locate oltre il 40% delle  industrie culturali e creative. La regione si distingue per il potenziale creativo e valore della conoscenza e per i principali portatori di interesse che mettono insieme creatività, nuove tecnologie e la ricerca per creare di lavoro, prodotti innovativi e servizi ad alto valore aggiunto.

Uno di questi stakeholder è l’Agenzia per lo sviluppo regionale della regione urbana di Lubiana (RRA LUR), che lavora nell’ambito del Centro regionale per l’economia creativa (RCKE) per promuovere la  cooperazione fra il settore creativo e quello economico. Come partner di CRE:HUB, l’agenzia RRA LUR è l’organizzatore dell’incontro.

 

Si terrà domani, 20 dicembre, a Gorizia il kick-off meeting del progetto SISMA – Sviluppare sistemi innovativi nell’area MED, in cui INFORMEST partecipa in qualità di capofila. Il progetto, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale “Interreg Meditteranean” con un budget di € 600.000, intende sviluppare schemi finanziari innovativi che permettano di far leva sui Fondi Strutturali Europei (o altre fonti di finanziamenti regionali o locali) per attivare risorse finanziarie private atte a sostenere progetti di investimento che possano portare a significative riconfigurazioni energetiche nelle ristrutturazioni di edifici pubblici.

 

 

Sarà Trieste ad ospitare l’apertura ufficiale del progetto ChIMERA: l’evento, aperto al pubblico e dal titolo Imprese culturali e creative: buone pratiche, opportunità ed  innovazione nell’Area Mediterranea,si terrà presso l’Auditorium del Museo Revoltella di Trieste (con inizio alle ore 9.00).  Un’occasione per scoprire da vicino alcune tra le esperienze del settore ICC più notevoli ed efficaci oggi in Europa: dalla realtà dell'area Nizza-Costa Azzurra a quella del Parco Audiovisivo della Catalogna, dalla Promalaga in Andalusia al Distretto italiano Puglia Creativa. I lavori saranno conclusi dall’Assessore alla Cultura Sport e Solidarietà Gianni Torrenti che così spiega il progetto: “ChIMERA conferma il ruolo di primo piano della nostra Regione in un settore in cui stiamo rafforzando una vera e propria leadership nazionale: ricordo il primato FVG sul famoso “effetto moltiplicatore del settore culturale”: raggiungiamo quota 2,1 a fronte di una media italiana di 1,7. Anche in Friuli Venezia Giulia, le imprese culturali e creative hanno dimostrato di sapere continuare a crescere e a creare posti di lavoro nonostante la crisi. Il progetto agirà su due aspetti ugualmente strategici: uno, più concreto, riguarda la creazione di un cluster dedicato, l’altro riguarda la diffusione di una maggiore consapevolezza dell’immenso potenziale di crescita di questo settore.”

 

 

 

Nell'ambito del progetto IPA “ADRISTARTER,” Informest, in collaborazione con l’Azienda Speciale Porto di Monfalcone organizza una Conferenza transnazionale per discutere di sostenibilità ambientale, sfide e prospettive future in aree portuali e retroportuali dell’Adriatico.

L’evento avrà luogo il 25 novembre a partire dalle ore 10:00 presso l’Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone e vedrà la partecipazione di un pool di relatori internazionale composto da: Regione Abruzzo, Interporto Marche S.p.A., OGS, Università degli Studi di Trieste, Hydrosoil srl, Shoreline, Aeroporto di Mostar (BiH) e Autorità Portuale di Ploce (HR) che presenterà i risultati di studi fattibilità e di monitoraggio per la conservazione ed il ripristino dell’ambiente in aree interessate da porti, aeroporti ed interporti del mare Adriatico.

 

 

Informest, Lead partner del Progetto BlueSKILLS, con il sostegno della Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università della Regione Friuli Venezia Giulia organizza la conferenza LA RETE ADRIATICO IONICA PER LA MOBILITÀ DELLA CONOSCENZA. 

L'evento si terrà a Trieste, giovedì 24 novembre, dalle Ore 9.00 – 13.00 presso Starhotels Savoia Excelsior Palace Riva del Mandracchio, 4. I partner di porgetto insieme ai rappresentanti degli Istituti scolastici e formativi dell’area adriatica si incontrano per illustrare le prospettive di cooperazione e  sostenibilità, al motto: "formare gli insegnanti per formare gli alunni". Sarà garantita la traduzione simultanea italiano-inglese.

Registrazioni: https://goo.gl/forms/MavuMotbQvoxt8s33

 

Questi in parte gli obiettivi della due giorni organizzata dai partner di progetto prevista a Trieste il 15 e 16 novembre prossimi presso NH Hotel di Trieste.

Martedì 15 novembre sarà dedicato alla formazione di gestori e operatori portuali dell'area adriatico-ionica che si occupano di servizi a persone con mobilità ridotta (disabili, anziani, minori, donne in gravidanza, ecc) presso i terminal portuali.

La formazione, offerta gratuitamente in italiano ed inglese e trasmessa in streaming sul sito www.captain-project.eu, sarà tenuta da esperti del Venice CFLI (Consorzio Formazione Logistica Intermodale di Venezia).

 

Partner e insegnanti delle scuole e degli enti di formazione coadiuvati da esperti del sistema educazionale VET nell’area Adriatica si incontrano nuovamente per elaborare insieme uno studio di fattibilità per l’armonizzazione tra i criteri e le regole del VET System e quelli delle diverse scuole, fino alla stesura di linee guida per la mobilità in area adriatico ionica con l’obiettivo di consolidare il sistema di valutazione comune, migliorare la qualità dei servizi agli studenti, portando a una standardizzazione degli stessi nelle diverse regioni coinvolte.

Nella seconda giornata dell'incontro gli insegnanti prenderanno parte a delle visite di studio  presso istituti scolastici e centri VET per un progressivo e diretto interscambio tra gli studenti, insegnanti e località ospitanti seguendo l’approccio delle strategia Go&Learn e Go&Learnet e  per preparare i presupposti della futura rete adriatica di mobilità studentesca.

 

In qualità di partner del progetto CAPTAIN Informest organizza un corso di formazione destinato a gestori e operatori portuali dell'area adriatico-ionica che si occupano di servizi a persone con mobilità ridotta (disabili, anziani, minori, donne in gravidanza, ecc) presso i terminal portuali.

La formazione si propone di offrire una migliore comprensione della disabilità e dei metodi  per soddisfare le diverse esigenze dei passeggeri, di migliorare i servizi offerti, di fornire tutte le istruzioni e le soluzioni necessarie al fine di garantire tali servizi, sia in termini informativi che standardizzando l’assistenza, adottando soluzioni ICT comuni che permettano di migliorare la  condivisione di dati fra i porti.

 

 
È in corso presso la sede del Parlamento della Bosnia-Herzegovina la conferenza "Sviluppo strategico del settore fitosanitario in BiH – risultati e lezioni apprese nel progetto Twinning EU-FITO-BiH” organizzata nell'ambito del progetto di Gemellaggio Amministrativo "EUFITO BiH", capofilato dal Ministero italiano delle politiche agricole alimentari e forestali, insieme con il Ministero dell'Agricoltura della Polonia, all'interno del quale Informest partecipa in qualità di mandated body. 

 

 
 

Il progetto di gemellaggio Twinning  EUFITO-BiH  organizza un’importante conferenza dal titolo “Sviluppo strategico del settore fitosanitario in BiH – risultati e lezioni apprese nel progetto Twinning  EU-FITO-BiH”, che si terra martedì 3 Novembre 2016 all’ Assemblea parlamentare a Sarajevo.

La conferenza andrà ad aprire una discussione sull’attuale regime fitosanitario in BiH e sulle obblighi che derivano dal percorso di integrazione Europea. Sarà presentata poi l’esperienza di pre–accesso della Polonia per analizzare le sfide che la Bosnia ed Herzegovina deve affrontare e si discuterà sui risultati ottenuti grazie al progetto, per creare un sistema standardizzato di controllo fitosanitario.

 

Il progetto Renew School è stato presentato il giorno 7 ottobre alla Fiera di Padova, all’interno del convegno “Efficienza energetica: una sfida per i comuni”, organizzato da  Agenzia CasaClima in occasione della Fiera “Casa su misura” di Padova.

 

Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori